Home Lifestyle 5 viaggi on the road da fare in Turchia

5 viaggi on the road da fare in Turchia

Viaggi on the road in Turchia
Izmir Alcalati

Qualunque sia la destinazione, spesso si dice che arrivarci è la parte migliore del viaggio. La Turchia (in lingua originale Türkiye) offre sicuramente il meglio di entrambe le esperienze. Confinante con il Mediterraneo, l’Egeo e il Mar Nero, il Paese presenta panorami mozzafiato e paesaggi lussureggianti, tesori storici, prelibatezze culinarie e un approccio alla vita “slow”, che rende il viaggio ancora più godibile. Che viaggiate in auto o in camper, con gli amici o con la famiglia, questi cinque straordinari itinerari di viaggio in Turchia renderanno la vostra estate spettacolare.

Viaggi on the road in Turchia
Çanakkale Gelibolu Saros

Çanakkale 🡪 Ayvalık

Con viste panoramiche sull’Egeo settentrionale, il primo itinerario del nostro viaggio on the road in Turchia da Çanakkale a Ayvalık rappresenta un’esperienza unica che mette in luce il vasto patrimonio culturale della regione, la sua natura straordinaria e le spiagge incontaminate. Splendidi paesaggi colorati di blu e di verde intenso, antiche città che punteggiano la campagna e prodotti locali freschi, sono solo alcuni dei motivi per cui la zona è una delle preferite dagli amanti dei viaggi in bicicletta, in moto, in auto o camper.

Viaggi on the road in Turchia
L’antica città di Izmir Ephesus

Çanakkale, punto di partenza dell’itinerario, è un affascinante luogo di cronache del passato, soprattutto se si raggiunge la città attraversando la storica penisola di Gallipoli ricoperta di foreste. Nell’antica Çanakkale, dove si trovano tracce delle epopee dell’Iliade e dell’Odissea di Omero, i visitatori possono assaporare i millenni di storia della regione. Alle porte dell’antica città di Troia si trova l’eccezionale Museo di Troia, vincitore del “Premio speciale di apprezzamento per il museo europeo dell’anno 2020” e del “Premio speciale dell’Accademia dei musei europei 2020/2021”.

Informazione promozionale

L’antica città di Troia è anche la prima tappa dell’Itinerario di Enea, il primo e unico itinerario culturale registrato dal Consiglio d’Europa che parte dalla Turchia. Il leggendario Enea – antenato di Remo e Romolo, fondatore di Roma – sarebbe fuggito dalla città di Troia in fiamme con il padre e il figlio, attraversando la Grecia, l’Albania e la Tunisia, per arrivare infine in Italia su navi costruite con i legni del Monte Ida nella regione dell’antica città di Antandros nel distretto di Edremit. Proprio Antandros, la tappa turca della Rotta di Enea, è particolarmente suggestiva: l’area riunisce siti naturali e archeologici e paesaggi rurali, alcuni dei quali sono inclusi nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

A sud di Çanakkale, ad Ayvacık, si trova l’antica città di Assos. Dopo essersi rilassati lungo le baie e le spiagge deserte di Assos, si possono visitare alcuni villaggi della zona, con le loro pittoresche case di pietra. Fermatevi poi a Sivrice, la famosa baia di Assos, per un’indimenticabile esperienza.

Circondato da ulivi, l’iconico Monte Ida dei poemi di Omero è il luogo perfetto per una serata in compagnia della natura. Lungo la strada per Ayvalık, la tappa finale, si trova l’incantevole cittadina balneare di Altınoluk, nel distretto di Edremit. Queste terre fertili sono arricchite da tante meraviglie naturali, tra cui il

Parco Nazionale del Monte Ida, la Cascata di Sütüven, lo Stagno di Hasanboğdu e il Canyon di Şahinderesi, e ospitano anche importanti centri termali. La regione del Güre, collegata a Edremit, accoglie ogni anno turisti di tutto il mondo nelle sue Spa.

Ayvalık 🡪 Çeşme Route

Viaggi on the road in Turchia
La Olympos Beach di Antalya

Proseguendo i nostri viaggi on the road in Turchia, dopo Ayvalık, si possono seguire le pendici delle Montagne della Madra e la strada di Bergama e scoprire l’antica città di Pergamo. A İzmir, il cuore dell’Egeo, l’itinerario da seguire può essere la storica città marinara di Foça. La città di Foça, con un’area storica chiamata Eski Foça, ha strade tortuose e panoramiche e un paesaggio mozzafiato. La regione di Foça, citata anche nell’epopea di Omero, prende il nome dalla foca monaca mediterranea, oggi una specie in via di estinzione. Foça è rimasta ancora oggi un luogo di pesca ed è famosa per i deliziosi piatti a base di pesce.

Altre deliziose tappe di questo itinerario sono Urla, da tempo rinomata per i suoi carciofi e di recente famosa per i suoi ristoranti gourmet; Seferihisar, la “città lenta”; Kuşadası, centro di turismo balneare e Şirince, un’incantevole città con eccellenti vini locali. E naturalmente le antiche città di Mileto, Priene ed Efeso, che attirano visitatori così come le chiese dei Sette Dormienti e della Vergine Maria.

Un’offerta variegata in grado di offrire bellezza, storia e cucina.

L’ultima tappa di questo itinerario sono Çeşme, una popolare destinazione turistica sul mare vicino a İzmir, e Alaçatı, una pittoresca località con scuole di windsurf e case in pietra.

Kalkan 🡪 Antalya

Questo percorso rappresenta un viaggio intrigante sotto il sole del Mediterraneo, dove ogni curva della strada presenta una nuova vista mozzafiato su acque limpide, baie deserte e montagne lussureggianti. Questo indimenticabile itinerario, fatto di paesaggi unici e tracce di antiche civiltà, è un vero sogno mediterraneo, con la bellezza mozzafiato di Patara, Kalkan e Kaş, Olympos, Çıralı e Antalya.

Con la sua antica città e la sua spiaggia lunga 12 chilometri, Patara è senza dubbio una delle località più spettacolari della regione. Considerata una delle città più importanti dell’antica Licia, ha conservato il suo antico splendore, con strutture come il teatro, il palazzo del parlamento, il faro, l’arco della città, la strada colonnata, i templi e le chiese. Inoltre, Patara è il luogo di nascita di San Nicola, il Santo che ha dato origine al personaggio di Babbo Natale.

Viaggi on the road in Turchia
Patara

Demre, dove Nicola servì come vescovo per molti anni e raggiunse la santità, è una tappa storica di questo famoso itinerario. A Demre si trovano la tomba di San Nicola e la chiesa storica, un luogo di pellegrinaggio particolarmente illustre durante il Medioevo. Se si viaggia ad Antalya, la perla del Mediterraneo, attrazioni ancora più straordinarie vi attendono nella tranquilla città mediterranea di Kaş; la minuscola spiaggia alla foce del canyon sulla strada Kaş-Kalkan, Kaputaş, la bohémien Olympos e i villaggi balneari di Çıralı e altri luoghi magici che si possono incontrare lungo questo percorso.

Si possono esplorare i fondali blu di Kaş, uno dei centri di turismo subacqueo più importanti della Turchia e del mondo, oppure si possono osservare le tracce delle antiche civiltà mediterranee sotto le acque durante un tour giornaliero in barca a Kekova. Quando vi accomiatate dalle acque cristalline di Kaş e riprendete la strada, la prossima tappa potrebbe essere Çıralı. Habitat delle tartarughe marine Caretta, Çıralı, tranquilla e silenziosa, si trova anche vicino alle rovine dell’antica città di Olympos, un importante porto licio. Dovreste sicuramente trascorrere qualche giorno ad Antalya, l’ultima tappa dell’itinerario. Questa città, dove il mare, il sabbia, il sole sono in perfetta armonia con la natura e la storia, merita di essere visitata anche per il Museo Archeologico di Antalya, dove sono esposte le magnifiche opere di diverse civiltà mediterranee.

Eskişehir 🡪 Isparta

Questo itinerario si estende da Eskişehir, una città dinamica dalla vivace vita urbana, a Isparta, la città delle rose, che offrono le bellezze naturali e moderne dell’Anatolia. A Eskişehir, punto di partenza dell’itinerario, visitate il Centro Storico Odunpazarı, che è stato è incluso nella lista dei siti candidati a entrare nel patrimonio mondiale dell’UNESCO, e il bazar dell’artigianato di Atlıhan, dove si possono ammirare esempi di artigianato tradizionale della regione. Inoltre, il Museo della Sepiolite (Meerschaum) è l’unico al mondo nel suo genere.

Il sorprendente Museo Moderno OMM, inaugurato a Odunpazarı nel 2019, è una tappa imperdibile per gli appassionati di arte contemporanea che visitano Eskişehir. Quando si lascia Eskişehir e si gira verso Isparta, incontrerete una natura unica. Tra queste bellezze naturali ci sono Yalvaç e Eğirdir; il Parco Nazionale del Lago Kovada, habitat di centinaia di specie di uccelli; Parco naturale di Gölcük, che ospita uno dei rari laghi craterici della Turchia; il lago di Eğirdir, una meraviglia della natura con Eğirdir con viste spettacolari per godersi il tramonto, e il villaggio di Kuyucak, che abbaglia con i suoi giardini di lavanda. La zona ospita anche la Via di San Paolo, uno dei percorsi che il primo missionario della storia del cristianesimo percorse alla ricerca di fedeli. L’itinerario di San Paolo, meta di pellegrinaggio da più di duemila anni, è piuttosto impegnativo. Insieme alla Via Licia, la Via di San Paolo è uno degli itinerari escursionistici più noti dell’Anatolia.

Viaggi on the road in Turchia
Il monastero di Sumela

Bolu 🡪 Çamlıhemşin

Questo itinerario inizia a Bolu, famosa per i suoi splendidi laghi, per arrivare a Çamlıhemşin, il paradiso degli altipiani di Rize. La splendida costa del Mar Nero comprende paesaggi maestosi: splendide foreste verdi e acque azzurre. Se lo desiderate, potete iniziare l’itinerario dal Parco nazionale di Yedigöller, che fa da sfondo al paesaggio da cartolina di Bolu, e dirigervi verso Safranbolu, caratterizzata da strette vie fiancheggiate da case in legno con finestre a golfo. La verdeggiante Kastamonu e le storiche città portuali di Sinop e Samsun, che stupiscono per la loro bellezza naturale, sono tra le altre tappe di questo incantevole itinerario.

La tappa successiva di questo famoso itinerario è Ordu, dove si trovano le acque dolci e fresche del Mar Nero e foreste lussureggianti. Gli altopiani di Perşembe e Çambaşı, le cascate di Çiseli e Uzundere e il canyon di Geçilmez sono solo alcuni dei paesaggi di Ordu che si possono ammirare così come il villaggio di Yeşilce, dove la vita moderna si fonde splendidamente con la semplicità. Se riuscite ad allontanarvi da queste meraviglie, il monastero di Sümela a Trabzon vi aspetta. Questo monastero ortodosso, con la sua teatrale scogliera, è inserito nella Lista dei candidati a entrare tra siti patrimonio mondiale dell’UNESCO. Se la tappa finale è a Çamlıhemşin, gli altopiani di Ayder, Pokut, Gito e Sal offrono nel frattempo un’atmosfera fiabesca. Inoltre, la cucina del Mar Nero, arricchita da numerose erbe locali e regionali e da prodotti biologici, rende il vostro viaggio ancora più straordinario.

Informazione promozionale
Articolo precedenteGnollhof, invito alla riscoperta della lentezza
Articolo successivoHospitality Forum 2022
La più prestigiosa rivista italiana dedicata al turismo del benessere: destinazioni da sogno, SPA esclusive, hotel di lusso, consigli e suggestioni di viaggio da provare almeno una volta nella vita. Tutto il meglio, semplicemente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!